CONDIVIDI

di Stefano Caliciuri

Il fumo elettronico sbarca a Roma. L’annuncio è stato dato dall’organizzazione di Vapitaly attraverso una mail indirizzata agli espositori che erano presenti a Verona ma che presto è stata diffusa attraverso i social network. Sabato 22 e domenica 23 ottobre la capitale d’Italia diventerà dunque anche la capitale del vaping. La formula sarà differente rispetto quella del Vapitaly veronese: non una fiera con centinaia di stand e giornate dedicate ai rapporti commerciali tra aziende e rivenditori, ma una sorta di “festa su strada” dedicata essenzialmente ai consumatori ed agli appassionati. La location, però, non è ancora stata resa nota, se non che si tratta di “uno spazio all’aperto, un luogo nel cuore della Capitale e molto conosciuto“. Le celebri “ottobrate” romane potrebbero contribuire a rendere unica l’esperienza fieristica della capitale, pensata dall’organizzazione come un momento di aggregazione e di incontro, di festa e di piacere sensoriale. Il fascino di Roma, inoltre, potrebbe richiamare molti vapers e addetti ai lavori, anche stranieri, a trascorrere qualche giorno nella capitale, proprio prendendo spunto dalla fiera del vaping. “CityFest – spiega Mosè Giacomello, presidente Vapitaly –  è un modo per avvicinare il grande pubblico al vaping. Niente di meglio quindi che andare a trovare i potenziali vapers nelle loro città. Roma è la prima tappa“.
Modalità di accesso ed eventi collaterali sono ancora in fase di definizione e verranno resi noti a partire dall’ultima settimana di agosto. Per il momento l’unica certezza sono le date, dal pomeriggio di sabato 22 ottobre al pomeriggio di domenica 23 ottobre.474x126_VA_misto gusti_05