CONDIVIDI

di Roberto Migani

Si chiama Drone ed è l’ultima arrivata di casa Lost Vape. Come le altre loro mod, monta sempre un circuito DNA di Evolv e va ad inserirsi tra la Triade e la Therion, due prodotti che hanno avuto molto successo tra gli hard vaper. Si tratta infatti di una mod bottom feeder – come la Therion – ma è alimentata da due batterie, una in meno della Triade. In sostanza Drone cerca di mettere insieme il meglio delle due “sorelle maggiori“.
La scelta di togliere una batteria è stata anche dettata dalla necessità di ricavare l’alloggiamento per la boccetta del liquido mantenendo però la stessa forma della Triade.
Con la presenza di un DNA 250 sotto il “cofano”, Lost Vape ha scelto la configurazione con potenza limitata a 166 watt. Una scelta condivisibile e apprezzabile quindi per questo team che, tra tutte le altre ipotesi a disposizione, con la scelta della doppia cella ha deciso di sacrificare un po’ di potenza, quella che ultimamente invece sembra essere il faro guida di molte aziende all’inseguimento del wattaggio da record.

NON CI SONO COMMENTI

RISPONDI