CONDIVIDI

di Barbara Mennitti

La sigaretta elettronica è un’alternativa più sicura a quella tradizionale anche nella prevenzione degli incendi. A tornare sull’argomento è il corpo dei Vigili del fuoco della capitale londinese, la London Fire Brigade, che già il mese scorso si era espressa su questo argomento. Allora, però, non si era trattato di una presa di posizione diretta. In un video caricato sull’account Twitter della LFB, il responsabile della sicurezza Mark Hazelton invitava a smettere di fumare, spiegando che nell’anno precedente ventuno londinesi erano deceduti in seguito ad incendi causati dalle sigarette. Nei commenti un vaper chiedeva quanti erano, invece, i morti dovuti a incendi per uso dell’ecig e dal corpo rispondevano in maniera inequivocabile: “Nessuno”.
Questa volta, invece, quello dei Vigili del fuoco sembra un vero e proprio endorsement del vaping. Sempre dal suo account Twitter, in occasione del World Health Day, il corpo comunica che secondo i suoi dati l’ecig è un’alternativa molto più sicura per la prevenzione degli incendi. Il testo è completato dalla foto di una box su uno sfondo di vapore. “Negli ultimi tre anni – si legge – ci sono stati oltre 3.500 incendi causati dai mozziconi di sigaretta”. E poi continua: “Nello stesso periodo le sigarette elettroniche ne hanno causati solo 14”. Numeri che davvero non hanno bisogno di commento e che, snocciolati da chi ogni giorno si confronta con la realtà, non lasciano spazio a interpretazioni.

NON CI SONO COMMENTI

RISPONDI