CONDIVIDI

di Barbara Mennitti

Si preannuncia come un’edizione da record quella di Vapitaly 2017 che aprirà le porte sabato 20 maggio. I numeri diffusi dall’organizzazione parlano chiaro: ad oggi i visitatori registrati sono 18700, cifra che – se dovesse anche solo confermarsi negli accessi reali – raddoppierebbe d’un colpo gli avventori dell’edizione dell’anno scorso. La fiera internazionale del vaping di Verona, giunta alla sua terza edizione (se non si conta il City Fest dello scorso ottobre a Roma), si svolgerà il 20, 21 e 22 maggio prossimi e come sempre i primi due giorni saranno aperti al pubblico, mentre il lunedì sarà riservato ai soli operatori del settore.
L’evento quest’anno si allarga, occupando due interi padiglioni di VeronaFiere – il 10 e il 12 – in cui troveranno spazio 127 stand. Fra le aziende presenti 77 sono italiane e 103 straniere, fra cui 18 cinesi. Fra le novità della terza edizione la Vape White Night, la grande festa gratuita e aperta a tutti del sabato sera con musica e dj set. Grande attenzione questa volta è stata prestata anche alla ristorazione, tradizionalmente il punto dolente delle edizioni passate. Sulla scorta dell’esperienza del City Fest romano, l’organizzazione ha scelto di affidarsi allo street food di qualità. Ai margini della fiera saranno infatti presenti dei food truck che dovrebbero riuscire ad accontentare tutti i palati. Non mancherà l’intrattenimento con un palco a disposizione delle aziende espositrici che ospiterà esibizioni di trickers e cloud chasing, dj set e tutto quello che fa parte del mondo del vaping tra cui gli immancabili lanci di gadget.
Spazio anche ai momenti di approfondimento, altro appuntamento tradizionale di Vapitaly. Il primo a calcare il palco delle conferenze, nella mattinata di sabato, sarà Matteo Viviani, volto celebre della trasmissione televisiva “Le iene” e da anni impegnato a sostegno del vaping. La giornata proseguirà con il confronto fra i social influencer. Matteo Gallegati, Daniele Zingaretti, Luigi Furlotti e Federica Gentile – in arte il Santone dello svapo, Danielino 77, DeeJoySet e Boss Lady – si confronteranno e racconteranno le loro esperienze. I quattro sono stati scelti – spiegano dall’organizzazione – proprio in base alla loro diversità: mentre gli you tuber Gallegati e Zingaretti adoperano un linguaggio giovane e disinvolto, come il pubblico a cui si rivolgono, Furlotti ha invece uno stile più compassato. Scelta diversa sia per mezzo che per pubblico di riferimento quella di Gentile, che ha creato su Facebook una pagina aperta alle sole donne, che qui possono finalmente esprimersi senza essere “bullizzate” da un settore ancora troppo maschile.
Tpd, obblighi, divieti e sanzioni saranno invece l’argomento del convegno del lunedì, la giornata dedicata ai soli operatori di settore. A mettere sotto la lente d’ingrandimento l’argomento saranno il presidente di Vapitaly Mosè Giacomello, Riccardo Polosa in quanto rappresentante dell’Organismo europeo di certificazione e gli avvocati Alberto Gava e Dario De Blasi, che hanno rappresentato l’associazione dei produttori in Corte costituzionale. L’organizzazione non ha ancora annunciato ufficialmente, invece, i dettagli del convegno della domenica. Per ora si sa che interverranno dei rappresentanti del governo e del parlamento, ma i nomi non sono stati ufficializzati. A moderare tutti gli incontri sarà Stefano Caliciuri, direttore di Sigmagazine.
Insomma le tre giornate veronesi si preannunciano fitte di appuntamenti e di opportunità. “Questa volta abbiamo chiesto a noi stessi uno sforzo extra – commenta Mosè Giacomelloper offrire ai nostri espositori e ai visitatori un’esperienza a 360 gradi. D’altronde i numeri di Vapitaly dimostrano che la nostra fiera continua a guadagnare importanza e autorevolezza in Europa e abbiamo il dovere di essere all’altezza di tanta considerazione”.