Testata giornalistica destinata agli operatori del settore delle sigarette elettroniche - Registrazione Tribunale di Roma: 234/2015; Registro Operatori della Comunicazione: 29956/2017 - Best Edizioni srls, viale Bruno Buozzi 47, Roma - Partita Iva 14153851002

Il giovane responsabile vendite di Blaq, azienda californiana di e-liquids, racconta a Sigmagazine come ha conosciuto il vaping e cosa l'ha spinto ad abbandonare un futuro da dentista.

Coniugare eleganza e qualità, aspetto e gusto. Questo è l’obiettivo di Blaq, la giovane azienda californiana entrata sul mercato del vaping solo nove mesi fa con un unico liquido, ma già molto popolare. L’incontro con il pubblico italiano si è avuto allo scorso Vapitaly ed è stato un successo. A rappresentare l’azienda a Verona c’era Eugene Choe, responsabile vendite, che ha raccontato con entusiasmo a Sigmagazine la breve storia, la filosofia e i progetti futuri di Blaq.

Quando è entrato nel settore del vaping?
Tre anni fa. Avevo appena finito gli studi necessari per entrare alla Scuola per dentisti e stavo studiando per l’esame di ammissione. In quel periodo si è presentata l’occasione di aiutare un amico di famiglia che voleva aprire un negozio di sigarette elettroniche. Per me il vaping era già un hobby e ho pensato che non solo potevo fare qualcosa che mi piaceva, ma potevo anche utilizzare i tempi morti per studiare per gli esami.

Poi però non è diventato dentista.
Schermata 06-2457564 alle 13.49.46No, poi è nata la nostra azienda Blaq. L’idea è nata oltre un anno e mezzo fa, mentre il lancio ufficiale è stato solo nove mesi fa. Io e i miei partner abbiamo voluto creare una linea di liquidi che fosse semplice e al tempo stesso unica e un marchio elegante. Da noi si dice “parla sottovoce e portati un bastone grosso” ed è proprio quello che volevamo. Un brand con una delicatezza che potesse fare grandi onde. Volevamo che rappresentasse la classe, l’eleganza e la raffinatezza accessibili a tutti.

Quante persone lavorano nella vostra azienda?
La nostra squadra è piccola, ma “ognuno ha la potenza di dieci uomini”. Sono molto orgoglioso dei miei partner e della nostra squadra. Se fosse possibile cercherei un modo per mettere una piccola descrizione di ogni membro del team sulle bottiglie di liquido per mostrare chi c’è dietro il lavoro di Blaq. Il cuore e la dedizione di tutti noi nel creare, lanciare sul mercato e spingere il nostro prodotto al massimo delle nostre possibilità è straordinario. Se potessi imbottigliarli ne verrebbe fuori il miglior prodotto sul mercato.

Dov’è la vostra sede?
A Tustin, in California. Ma la maggior parte delle volte ci sembra che alcuni di noi abbiano sede fuori da un aereo.

Blaq produce due liquidi, Origins e Visions. Come li descriverebbe?
Schermata 06-2457564 alle 13.42.37
All’inizio siamo entrati sul mercato con un solo liquido, Origins, al gusto di frollino alla fragola con sopra granella di cracker dolci. Circa tre mesi fa, poi, abbiamo introdotto Visions, al sapore di bastoncino di zucchero candito ai frutti di bosco e melata. Le descrizioni possono sembrare semplici ma ci sono molti altri aromi a creare la complessità del gusto. Ci sono tracce di altre note fra gli strati. In Origins, per esempio, se si fa attenzione si sente il sapore delle caramelle zucchero e burro sapientemente nascosto fra gli aromi. Siamo stati molto attenti anche all’equilibrio fra i gusti, in modo da mantenere l’armonia fra gli elementi. Le altre note nei nostri liquidi non sono proprio un segreto, ma crediamo che i misteri siano sempre interessanti.

Quindi non ci dice altro?
Posso dire che per me i nostri aromi sono come una sinfonia ben diretta, come una ballerina che scivola con grazia sul palato, lasciando sul percorso una scia di gioia e felicità che crea pace e armonia. Volevamo che fossero semplici e non sommersi da troppo gusti, al tempo stesso complessi, sofisticati e semplicemente buoni.

I vostri flaconi sono molto eleganti…
Grazie! Quando abbiamo pensato a questa linea l’abbiamo creata con in mente lo stile e l’eleganza. È molto gratificante che lei lo riconosca.

Ma in che misura l’aspetto di un flacone determina il successo di un prodotto? E quanto è importante rispetto alla qualità?
blaq2
Crediamo che l’aspetto e persino la sensazione al tatto del flacone ci aiuti a comunicare la cosa importante della bottiglia, cioè il suo contenuto e il suo aroma. Proprio come la presentazione di uno chef può nobilitare il sapore della sua creazione, pensiamo che la presentazione del nostro liquido possa esaltarne il gusto elegante. Ma la qualità rimane l’aspetto più importante del nostro prodotto e il look della bottiglia è stato realizzato pensando anche alla qualità. Cerchiamo di affrontare ogni aspetto della nostra linea di liquidi con in mente classe e qualità. Tutto fino all’attenzione che mettiamo nel selezionare la nicotina.

Amplierete la vostra gamma di liquidi o siete soddisfatti così?
Siamo molto soddisfatti della risposta a Origins e Visions, ma comunque non escludiamo di ampliare i nostri aromi o di introdurne altri, sperando che incontrino il gusto dei vapers. Abbiamo molti progetti e siamo impazienti di vedere cosa arriverà.  

La regolamentazione della FDA in Usa e la Tpd in Europa avranno un impatto sul vostro lavoro?
Schermata 06-2457564 alle 13.42.54
Le regole vanno affrontate e non sono necessariamente qualcosa di negativo. In realtà penso che possano rendere il prodotto più sicuro per il pubblico, ma anche garantire alle persone che stanno utilizzando un prodotto di qualità. Tuttavia alcune delle misure introdotte dalla FDA sono ingiuste ed eccessive. La Tpd, da parte sua, ha introdotto il limite di 10ml per i flaconi di liquido. Questa misura renderà più costoso e più difficile il ricorso a un prodotto che, secondo quanto dichiarato nel Regno Unito, è del 95% meno dannoso delle sigarette tradizionali. In ogni caso, prima ancora che fosse previsto per legge, noi avevamo preso l’iniziativa di far testare i nostri prodotti da un laboratorio indipendente, per assicuraci di mettere nelle mani dei consumatori un prodotto di qualità. Come azienda faremo quello che dobbiamo per continuare a dare alla gente liquidi sicuri e di qualità, che aiutino a ridurre e alla fine ad abbandonare i prodotti del tabacco.

Eravate fra gli espositori del Vapitaly di Verona. È stata una bella esperienza?
Quella del maggio scorso è stata la seconda edizione del Vapitaly ed è stata anche la seconda fiera del vaping a cui partecipavamo. Siamo molto felici quando siamo in Italia e questo deve essere uno dei nostri mercati preferiti. Il riscontro che abbiamo avuto è andato oltre le nostre aspettative. L’interazione con i vapers italiani è stata calda e accogliente. La comunità italiana dei vapers è molto aperta e mi piace vedere tanto entusiasmo per il settore e l’amore all’interno di questo gruppo.

Quindi ritenete che il mercato italiano sia importante per voi?
E’ molto importante. Storicamente l’Italia è stato uno dei paesi leader nell’eleganza e nella moda. I prodotti italiani hanno ispirato uno stile semplice e al tempo stesso sofisticato. Se si pensa a un prodotto italiano, le prime cose che vengono in mente sono la classe e l’eleganza. Ci rende molto felici che i nostri prodotti siano apprezzati e seguiti in un Paese dove la classe e l’eleganza sono così importanti. Ci conferma che stiamo facendo un buon prodotto e che le nostre idee sono amate e sostenute. Non possiamo ringraziare abbastanza i vapers italiani per il sostegno che ci danno. Faremo di tutto per continuare a dare agli italiani e a ai vapers di tutto il mondo prodotto che crediamo e speriamo apprezzeranno.

sigmagazine-cbd-2

Articoli correlati