CONDIVIDI

di Stefano Caliciuri

È tutto pronto per la quarta edizione di Canapa Mundi, la kermesse dedicata agli usi professionali di una pianta dalle molteplici proprietà. Da venerdì 16 a domani 18 febbraio il PalaCavicchi di Roma (via Ranuccio Bianchi Bandinelli, 130) sarà animato da oltre 200 espositori che occuperanno i 9 mila metri quadrati del padiglione; il 30 per cento delle aziende provengonodall’estero. Durante la tre giorni fieristica sono previste oltre 30 mila presenze
Quest’anno grande attenzione sarà dedicata alla cosiddetta cannabis light: sono molti i rivenditori specializzati in sigarette elettroniche che l’hanno scelta come alternativa merceologica di vendita. Vaporizzatori, riscaldatori, liquidi al cbd, infiorescenze: lo spettro della scelta è quanto più variegata. Durante la fiera si terrà anche la seconda conferenza annuale sulla canapa. Esperti e docenti universitari si confronteranno dal palco centrale del Palacavicchi. Gli operatori del vaping rivolgeranno l’attenzione soprattutto agli interventi degli avvocati Miglio e Simonetti che centreranno il loro intervento approfondendo la nuova normativa in materia. Si aggiungerà quindi l’intervento di Emilio Petrucci che, di concerto con gli avvocati, riporteranno sia un’analisi socio-economica, sia un focus sull’attuale fenomeno nonché boom della cannabis light.
Sarà un’edizione da record per Canapa Mundi – commenta il presidente Gennaro Maulucci – Pur esistendo sul mercato da anni, l’attenzione mediatica sulla cosiddetta cannabis light ha certamente portato vantaggi e visibilità anche a Canapa Mundi. Saranno molte le aziende che proporranno i loro prodotti, così come c’è molta attesa per la conferenza accademica che approfondirà l’argomento sul fronte accademico e scientifico“. Come già fu per la sigaretta elettronica, la cannabis light sta vivendo un momento di boom abbinato forse ad una scarsa conoscenza normativa e regolatoria. “Le grande case produttrici e i tabaccai ovviamente hanno dimostrato un forte interesse verso l’esclusività della vendita, così come le multinazionali del farmaco ebbero interesse verso la cannabis terapeutica. Vedremo quale direzioni prenderanno le scelte del legislatore“.
L’ingresso è consentito anche ai minori. Oltre ad una sala allattamento, infatti, sono previsti uno spazio dedicato dove i bimbi possono giocare e divertirsi, una facepainter gratuita e laboratori per stimolare la creatività come “Coltiviamo insieme un futuro sostenibile”, all’insegna della scoperta e della manipolazione creativa per bambini dai 4 ai 12 anni: i piccoli “canapicoltori per un giorno” avranno la possibilità di scoprire le più importanti virtù di questa pianta e saranno poi artefici della realizzazione di un vasetto con materiali derivati dalla canapa, che diventerà “scrigno magico” per far nascere e crescere la loro piantina. Nella giornata di domenica si svolgerà inoltre una sfilata di moda con abiti tessuti con le fibre della canapa. Ricco di proposte sarà anche l’ambito alimentare, tra cui lo show cooking organizzato da The Golden Leaf, con input tutti naturali, vegani e senza glutine. La fiera, inoltre, è anche pet-friendly.
Il biglietto costa 7 euro nella giornata di venerdì; 9 euro nelle giornate di sabato e domenica. Possibilità di abbonamento ai tre giorni a 15 euro.