CONDIVIDI

di Stefano Caliciuri

Grande riscontro la giornata di informazione antifumo promosso dalla Lega Italiana Anti Fumo in collaborazione con il Centro per la Prevenzione e Cura al Tabagismo del Policlinico di Catania e Centro Universitario Sportivo dell’ateneo. “Switch on the beach”, l’appuntamento ospitato sulla spiaggia del lido Bellatrix, è stato dedicato alla promozione della salute e alla riduzione del danno da fumo ha coinvolto bagnanti, studenti e ricercatori dell’Università di Catania. Per l’intera giornata un gruppo di ricercatori ha misurato sui fumatori volontari che ne hanno fatto richiesta la quantità di monossido di carbonio e il loro grado di dipendenza tabagica. La seconda parte della giornata è stata invece caratterizzata da un aspetto più ludico: gli istruttori del gruppo ESA Diving School hanno fatto scoprire ai partecipanti le meraviglie del fondale, proporre un’emozionante esperienza di “battesimo del mare”.
Per gli amanti dello sport – ha commentato il professor Riccardo Polosa – smettere di fumare è spesso più facile. Lo sport infatti aiuta a superare la cosiddetta fase del craving durante la quale i sintomi di astinenza si fanno più forti ed il fumatore è spinto dal bisogno di fumare. Lo sport, attivo e costante, aiuta a distrarsi, a tenersi impegnati e ad avere sempre nuovi e diversi obiettivi. Ieri, al mare abbiamo condiviso con i nostri ragazzi una bella esperienza di salute, sport e benessere. Approfittando anche dell’occasione per far conoscere ai tanti partecipanti le meraviglia dei fondali marini della costa catanese. Il fumo incide sulla salute e sul benessere fisico e mentale e noi dimostreremo che smettere si può ed è la scelta più giusta. Per questo, prima dell’inaugurazione del CoEHAR – ha concluso Polosa –  organizzeremo altri eventi che coinvolgeranno il territorio, i fumatori ed i non fumatori. Diffondere la cultura dell’antifumo è il nostro obiettivo”.

© Riproduzione riservataBest Edizioni srls