CONDIVIDI

di Barbara Mennitti

Si terrà martedì prossimo, il 19 giugno, il primo degli eventi che precedono l’inaugurazione del primo Centro di ricerca italiano per la riduzione del danno da fumo. Il Cohear – questo l’acronimo del centro – ha sede nel Dipartimento di medicina clinica e sperimentale dell’Università degli studi di Catania ed è diretto dal professor Riccardo Polosa. E proprio nel capoluogo etneo, al lido Bellatrix, il centro organizzerà un’iniziativa a metà fra salute e divertimento. Si chiama “Switch on the beach” l’appuntamento dedicato alla riduzione del danno da fumo che, dalle 13 alle 19, coinvolgerà bagnanti, studenti e ricercatori dell’ateneo. I fumatori riceveranno consulenza gratuita, mentre un gruppo di ricercatori effettuerà la misurazione del monossido di carbonio, della dipendenza tabagica, della motivazione a smettere e del livello d’ansia.
Certamente la spiaggia offre la cornice più invitante per predisporre i fumatori a prendersi cura della loro salute. E per rendere il connubio con l’ambiente circostante ancora più emozionante, dalle 16 in poi gli istruttori della Esa Diving School condurranno i partecipanti in un giro subacqueo alla scoperta dei fondali catanesi. L’evento è promosso dalla Lega Italiana Anti Fumo con la partecipazione de Centro per la prevenzione e la cura al tabagismo del Policlinico di Catania e del Centro Universitario Sportivo dell’ateneo. A coordinare le attività della giornata saranno presenti lo stesso Polosa e il dottor Ezio Campagna, presidente di Liaf.