CONDIVIDI

di Barbara Mennitti

Sarà lanciata ufficialmente all’inizio di settembre la nuova linea di liquidi, aromi e hardware nata dalla collaborazione fra Flavourart e Fedez. Il sodalizio fra l’azienda di aromi e prodotti per il vaping e il rapper milanese sarà celebrato in grande in un evento glamour e ampio che si terrà subito dopo la pausa agostana, probabilmente a Milano, e sarà promosso da una massiccia campagna pubblicitaria sui social. Nel frattempo però, nel corso dell’incontro ristretto che si è tenuto il 30 giugno scorso nella elegante cornice di Villa Della Porta Bozzolo, in provincia di Varese, i protagonisti hanno fornito qualche anticipazione e qualche retroscena su questa partnership e sui suoi frutti.
Massimiliano Mancini e Bruno Gramaglia di Flavourart hanno sottolineato la scelta di avvalersi di un testimonial esterno al settore come Fedez. Questo, nell’intenzione dell’azienda, dovrebbe contribuire a far uscire la filosofia della riduzione del danno dai confini tradizionali e portarla verso una platea più vasta e variegata. “In Italia – ha spiegato Mancini – ci sono ancora 12 milioni di fumatori che non siamo riusciti a raggiungere o a convincere a passare all’elettronica”. Dal canto suo Fedez, arrivato a Villa Della Porta Bozzolo nel primo pomeriggio, ha dichiarato di aver scelto Flavourart perché ha apprezzato “la visione lungimirante dell’azienda e la qualità e la funzionalità dei prodotti”. “Sia noi che Federico (Fedez, ndr) – ha chiosato Mancini – siamo partiti da zero e cerchiami di creare qualcosa per il futuro”.
Il rapper ha raccontato ad una platea composta principalmente di addetti al settore la sua storia di fumatore e poi di vaper. “Fumavo due pacchetti di sigarette al giorno, – ha spiegato – sono passato all’elettronica perché soffro di asma cronica e la mia capacità polmonare si era ridotta al 64 per cento, a fronte del 90 che rappresenta la normalità per un uomo della mia età”. Un problema importante per chiunque, che diventa comprensibilmente un dramma per chi ha nella voce lo strumento del suo lavoro.
Da questa partnership è nata la linea Neon, che prevede tre liquidi e i rispettivi aromi, più un hardware. I gusti saranno un tabaccoso, nato da un mix di tre tabacchi, un cremoso, in cui prevarranno i gusti della panna e della fragola e un fruttato – il preferito di Fedez – con coca cola, lime e note fresche. Saranno prodotti senza nicotina o con concentrazione di 4,5 e 9. Per l’hardware, invece, Flavourart si avvale della collaborazione dell’azienda Aspire. Neon sarà una pod ricaricabile dal design “stiloso” (la definizione è di Mancini), semplice da usare ma dotata di variwatt e di aria regolabile. Uno strumento che unica la performance e la sobrietà, destinato a un “vaper moderato”, il target al quale l’azienda si rivolge.
Nell’occasione Bruno Gramaglia ha presentato anche Pazzo, la nuova linea di aromi Flavourart. Sono cinque e si richiamano alle figure delle carte da gioco. Si chiamano infatti Asso (frutti tropicali con nota fresca), Fante (fragola e vaniglia ancora con nota fresca), Re (caramella gommosa al ribes), Regina (frutti rossi e agrumi) e Jolly (zeppola con note tostate). Insomma, per l’azienda di Novara si prepara un “autunno caldo”, pieno di novità.