CONDIVIDI

di Barbara Mennitti

Sarà il Canada il primo Paese a permettere all’industria del vaping di promuovere i suoi prodotti, paragonando esplicitamente svapo e fumo e sottolineando i vantaggi per la salute del primo rispetto al secondo. Si tratta di un passo importantissimo, che consentirà di arrivare direttamente ai consumatori con concetti semplici, diretti ed efficaci. Il dottor David Hammond, docente presso la School of Public Health and Health Systems presso l’Università di Waterloo, ha reso note sette diciture che Health Canada, il dipartimento del governo responsabile per la salute pubblica, ha elaborato e che i produttori possono applicare sulle confezioni dei prodotti o utilizzare nelle pubblicità:

  • Se fumi, la scelta meno dannosa è passare completamente al vaping;
  • Anche se i prodotti del vaping producono sostanze tossiche, la loro quantità è significativamente minore di quelle contenute nel fumo di tabacco;
  • Passando completamente ai prodotti del vaping, i fumatori sono esposti soltanto ad una piccola parte delle 7.000 sostanze chimiche che si trovano nel fumo di tabacco;
  • Passare completamente dalle sigarette di tabacco a quelle elettroniche riduce significativamente l’esposizione a numerose sostanze tossiche e cancerogene;
  • Sostituire completamente le sigarette con un prodotto per lo svapo riduce significativamente l’esposizione a numerose sostanze tossiche e cancerogene;
  • Passare completamente dal fumo alla sigaretta elettronica riduce i danni alla salute;
  • Sostituire completamente la tua sigaretta con una sigaretta elettronica riduce il danno alla tua salute.

Insomma, Health Canada punta decisamente sulla riduzione del danno e, allo stesso tempo, insiste sulla necessità di sostituire completamente il fumo con lo svapo, senza indulgere nell’uso duale. Con questa decisione il Paese del Nord America si pone nettamente all’avanguardia nelle legislazioni sul vaping e nella tutela della salute pubblica. La speranza è che, in un futuro non troppo lontano, il suo esempio faccia scuola anche in Europa.