CONDIVIDI

di Stefano Caliciuri

Importante indiscrezione de Il Sole 24 Ore in edicola oggi. Secondo la testata di Confindustria, nel decreto fiscale al vaglio del governo sarebbe presente la norma salva-aziende del vaping. Secondo quanto scritto da Marco Mobili e Giovanni Parente “nel cantiere del Decreto fiscale dato in arrivo al Cdm di lunedì avrebbe trovato posto anche la sanatoria delle sigarette elettroniche: con il pagamento del 5 per cento si potranno chiudere gli accertamenti e i contenziosi in corso tra i monopoli di Stato e i gestori o rivenditori“.
In sostanza, secondo l’anticipazione giornalistica, alle aziende del vaping che hanno maturato un debito pregresso a seguito del mancato o del parziale versamento dell’imposta di consumo, sarà previsto uno sconto fiscale del 95 per cento sulla somma accertata. Per la rimodulazione dell’imposta bisognerà invece attendere la legge di bilancio. Se qualche decisione verrà presa, la nuova imposta entrerà in vigore non prima del 1 gennaio 2019.