Testata giornalistica destinata agli operatori del settore delle sigarette elettroniche - Registrazione Tribunale di Roma: 234/2015; Registro Operatori della Comunicazione: 29956/2017 - Best Edizioni srls, viale Bruno Buozzi 47, Roma - Partita Iva 14153851002

Stati Generali della sigaretta elettronica: c’è convergenza su strategia di informazione

Le maggiori associazioni di categoria si sono confrontate lo scorso 11 settembre. Corbosiero: "Entusiasti dell'esito della riunione".

Si sono incontrati per affinare strategie di marketing e sensibilizzazione dell’opinione pubblica. Le maggiori associazioni di categoria del comparto della sigaretta elettronica si sono confrontate lo scorso 11 settembre. Un incontro sereno, a tratti animato da legittime piccole differenza di punti vista ma sempre nell’ottica di apportare un contributo alla discussione. Ma alla fine tutti hanno concordato di fare quadrato per respingere i tentativi di denigrazione attualmente in essere. Ma anche di trovare soluzioni rapide e ficcanti per informare i consumatori che il mercato europeo è rigidamente controllato e monitorato, a differenza di quello statunitense da dove, non a caso, è partito l’allarme. Hanno partecipato all’incontro Carmine Canino e Anna Corbosiero (presidente e portavoce Anpvu), Cristiana Compagnoni ed Emiliano Sorice (Coiv), Antonella Panuzzo (Uniecig), Elisabetta Robotti (Anide), Umberto Roccatti (Anafe), Arcangelo Bove (Unas) Valeria Nicolosi (Cohear), Gabriella Finocchiaro (Liaf), Mosè Giacomello (Vapitaly).
I partecipanti si sono dimostrati concordi sulla necessità di promuovere una “importante campagna informativa su basi scientifiche”, da veicolare nel più “ampio ventaglio di canali ed organi di informazione”. Concordano inoltre “sull’opportunità di avvalersi di strutture esterne, composte da professionisti della comunicazione, per definire i messaggi da veicolare ed i canali più opportuni per ciascuno di essi”. È stata proposta la creazione di un fondo economico comune che servirà per finanziare le iniziative. Nel prossimo incontro – la cui data sarà decisa presumibilmente la prossima settimana – “si inizieranno a valutare le offerte ed i criteri di selezione delle strutture di comunicazione ed a gettare le basi per definire il budget di investimento previsto”.
Siamo entusiasti – commenta a margine dell’incontro Anna Corbosiero – dell’esito della riunione di tutte le associazioni di settore, che ha visto gli attori permeati da una forte motivazione e disponibili al dialogo e al conseguimento comune di importanti obiettivi per la riabilitazione del vaping agli occhi dell’opinione pubblica”.

Articoli correlati