Testata giornalistica destinata agli operatori del settore delle sigarette elettroniche - Registrazione Tribunale di Roma: 234/2015; Registro Operatori della Comunicazione: 29956/2017 - Best Edizioni srls, viale Bruno Buozzi 47, Roma - Partita Iva 14153851002

Negozi sigarette elettroniche, in Calabria il maggior numero di potenziali clienti

Elaborazione delle statistiche di diffusione, consumo e capillarità su scala regionale. In Lombardia il più alto numero di punti vendita.

Quale è il potenziale di ogni singolo negozio di sigarette elettroniche? Quale è la regione con più esercizi di vicinato e quale con meno? Per rispondere alle domande abbiamo elaborato e intersecato alcuni dati attualmente reperibili: il numero dei negozi autorizzati alla vendita di prodotti liquidi da inalazione e il numero dei vaper secondo le stime dell’Istituto superiore di sanità. Quindi li abbiamo rapportati alla popolazione regionale.
Stando ai dati riportati dall’Istituto Superiore della Sanità in Italia sono presenti 900 mila utilizzatori della sigaretta elettronica. Il numero dei negozi è invece estrapolato dal sito dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, dove sono inseriti tutti coloro che hanno ottenuto l’autorizzazione alla vendita. Successivamente si è fatto un semplice calcolo per trovare la media di svapatori per regione e più nello specifico un possibile quantitativo di clientela per negozio. Bisogna necessariamente sottolineare però che oltre a questi dati è necessario prendere in considerazione il posizionamento di ogni singolo shop, ovviamente un punto vendita al centro di una grossa città avrà più potenzialità rispetto ad uno di periferia. I numeri sono una proiezione, non rappresentano la realtà ma delineano comunque un interessante quadro su cui poter ragionare in ottica di iniziative future. I dati analizzati si riferiscono al 2019, sono dunque i più aggiornati che esistono.
L’Abruzzo conta una popolazione di 1,3 milioni di abitanti, risultano essere presenti 70 negozi specializzati distribuiti su tutto il territorio. Quindi gli utenti secondo i dati dell’Iss sono circa 19.500. Si può quindi affermare che ogni negozio può godere di una clientela di 278 clienti.
La Calabria invece conta 1,9 milioni di abitanti, in questa regione però troviamo una minor presenza di esercizi di vicinato, dal sito Aams infatti si evince che sono autorizzati 51 attività, che con 28.500 vapers possono vantare una clientela potenziale di 558 clienti per negozio, una situazione che la pone in testa alla classifica delle regioni con il più alto numero di clienti potenziali.
In Campania rispetto alla Calabria il numero degli esercizi autorizzati da Aams è quadruplicato, sono presenti infatti ben 237 attività registrate. Ma la sua popolazione conta 5,7 milioni di abitanti e quindi una stima di 85.500 svapatori, il che porta ad ogni negozio una possibile clientela di 360 utenti.
L’Emilia Romagna conta una popolazione di 4,4 milioni di abitanti e di 152 negozi specializzati in sigarette elettroniche, da ciò deriva che i vaper stimati sono 66.000. Da ciò si può ipotizzare che ogni negozio ha una potenziale clientela di 434 clienti.
In Friuli Venezia Giulia stando al sito Aams sono presenti 53 attività autorizzate, le quali, vista la popolazione della regione di 1,2 milioni di abitanti hanno una clientela potenziale di 346 clienti. Il totale dei vaper stimati in regione è pari a 18.000.
Con una densità di popolazione pari a 5.8 milioni di abitanti il Lazio presenta 87.000 utilizzatori di sigaretta elettronica. Su tutto il territorio sono presenti in totale 208 negozi specializzati autorizzati e ogni singolo di questi ha una potenziale clientela di 418 vaper laziali.
In Liguria sono presenti 56 negozi autorizzati da Aams i quali presentano una possibile clientela di 401 utenti, tenendo conto che la regione ha una densità di popolazione pari a 1,5 milioni di abitanti e 22.500 vapers è un dato di tutto rispetto.
La regione Lombardia presenta una popolazione oltre 10 milioni di abitanti. Dal sito dell’Adm si evince che la quantità di negozi specializzati in sigarette elettroniche sono ben 342 (la più alta diffusione nazionale su scala regionale) e i vapers presenti sul territorio sono 150.000: ciò porta una possibile clientela ad ogni negozio di 438 utenti.
Nelle Marche la popolazione raggiunge 1,5 milioni di abitanti e i negozi registrati sul sito ufficiale dei Monopoli sono 77, ciò fa sì che con un totale di 22.500 vaper sparsi per tutta la regione ogni negozio ha una potenziale clientela di 292 clienti.
La popolazione totale di Piemonte e Valle d’Aosta tocca i 4.5 milioni di abitanti e gli esercizi di vicinato autorizzati sono solamente 174, il che porta ad ogni negozio una clientela di 387 clienti visto il totale di 67.500 svapatori.
In Puglia, Basilicata e Molise, con 4.8 milioni di abitanti in totale, ha 159 punti vendita autorizzati Adms e un totale di 72.000 utilizzatori di sigarette elettroniche. Questo dato dice che per ogni punto vendita ci possa essere una clientela di circa 452 utenti, una media che si posiziona tra le più alte in Italia (pur essendo l’unione di tre regioni).
La regione turistica italiana della Sardegna conta una popolazione di 1,6 milioni di abitanti dei quali secondo l’Iss 24.000 sono vapers, ciò fa si che ogni esercizio di vicinato autorizzato possa ricevere una clientela di 406 clienti. I negozi specializzati autorizzati sono infatti 59, dobbiamo però precisare che le stime potrebbero variare essendo la Sardegna una regione altamente turistica con persone che arrivano dal territorio italiano e non.
In Sicilia sono presenti ben 207 attività di vicinato autorizzate Aams che con una popolazione di 4.9 milioni di abitanti hanno una possibile clientela di 335 utenti, visto che i vapers su tutto il territorio regionale sono 73.500. Anche in questo caso il dato potrebbe variare essendo un territorio molto turistico.
La Toscana, terra del tabacco Kentucky, ha una popolazione di 3.7 milioni di abitanti dei quali 55.500 sono vapers. Con la presenza di 159 negozi specializzati autorizzati ogni punto vendita può avvalersi di una ipotetica clientela pari a 349 clienti. A dispetto quindi della sua storicità come produttrice di tabacco, la regione presenta anche un importante numero di utilizzatori di sigaretta elettronica.
La piccola Umbria conta 31 esercizi autorizzati da Aams per una popolazione totale di 882.000 abitanti, ciò fa si che con 13.230 vapers ogni punto vendita può avvalersi di ben 426 clienti.
In Veneto e Trentino Alto Adige, con una popolazione totale che raggiunge i 5 milioni di abitanti, sono presenti 224 esercizi autorizzati. Il totale dei vapers è di 75.000, ciò significa che ogni punto vendita conta una possibile clientela pari a 334 utenti, mentre gli esercizi autorizzati Aams sono 224.

Articoli correlati