Testata giornalistica destinata agli operatori del settore delle sigarette elettroniche - Registrazione Tribunale di Roma: 234/2015; Registro Operatori della Comunicazione: 29956/2017 - Best Edizioni srls, viale Bruno Buozzi 47, Roma - Partita Iva 14153851002

Studio: sigaretta elettronica del 50% più efficace di gomme, cerotti e spray

È il risultato di una revisione australiana che ha confrontato l'efficacia dell'e-cig con gli altri metodi per smettere di fumare.

Le sigarette elettroniche hanno il potenziale per accelerare il declino del fumo”. A sostenerlo è il dottor Gary Chan del National Centre for Youth Substance Use Research della University of Queensland, in Australia. Chan parla di “una crescita delle evidenze scientifiche globali a sostegno dell’efficacia dell’uso della sigaretta elettronica per aiutare i fumatori a smettere”. Fra queste c’è anche la revisione sistematica da lui condotta insieme a otto colleghi dello stesso ateneo australiano e pubblicata sulla rivista Addictive Behaviors.
Lo scopo del lavoro, intitolato “A systematic review of randomized controlled trials and network meta-analysis of e-cigarettes for smoking cessation”, era quello di comparare l’efficacia per la cessazione del fumo delle e-cigarette con nicotina, delle terapie sostitutive a base di nicotina riconosciute (come cerotti, gomme, spray orali e inalatori) e di strumenti placebo (come sigarette elettroniche senza nicotina). I ricercatori hanno esaminato la letteratura scientifica disponibile in materia su PubMed, Web of Science e PsycInfo, scegliendo solo gli studi condotti su fumatori sani.
I risultati lasciano poco spazio ai dubbi. “Il nostro studio ha scoperto – spiega il primo autore – che le sigarette elettroniche sono più efficaci del 50% rispetto alle terapie sostitutive a base di nicotina e del 100% rispetto al placebo”. Una conclusione importante, anche perché proviene da un lavoro scientifico effettuato in un Paese come l’Australia, dove il governo ha una posizione tutt’altro che aperta verso il vaping. “Speriamo che i risultati di questo studio – commenta infatti Gary Chan – vengano utilizzati per indirizzare meglio la politica sul vaping e sul fumo”. E conclude: “Le sigarette elettroniche hanno il potenziale per accelerare il declino del fumo di sigaretta. Le evidenze scientifiche devono essere usate per riconsiderare come sfruttare il loro potenziale per porre fine all’epidemia di fumo di sigaretta“.

Articoli correlati