Testata giornalistica destinata agli operatori del settore delle sigarette elettroniche - Registrazione Tribunale di Roma: 234/2015; Registro Operatori della Comunicazione: 29956/2017 - Best Edizioni srls, viale Bruno Buozzi 47, Roma - Partita Iva 14153851002

Ridotta sino a fino anno la tassa sui liquidi per sigarette elettroniche

La determinazione di Adm prende atto della decisione parlamentare di ridurre il prelievo sino al 31 dicembre.

Dal primo aprile e per tutto il 2022 i liquidi da inalazione senza nicotina saranno soggetti a una imposta di 0,087535 il millilitro mentre quelli con nicotina di 0,131303 il millilitro. Così come approvato in sede di Decreto Milleproroghe, l’imposta è dunque temporaneamente ridotta. Le nuove imposte sono valide per tutti i liquidi immessi sul mercato a partire dalla mezzanotte di venerdì 1 aprile. L’imposta è al netto dell’Imposta sul valore aggiunto (Iva).
La determinazione di Adm prende atto della decisione parlamentare di non far scattare l’aumento programmato dalla legge di bilancio del 2020 ma temporeggiare almeno sino alla redazione della prossima quando, se non ci saranno ritocchi, l’imposta balzerà dal primo gennaio 2023 a livelli insostenibili: circa 2 e circa 2,5 euro per flacone da 10 millilitri rispettivamente senza e con nicotina.

Articoli correlati