Testata giornalistica destinata agli operatori del settore delle sigarette elettroniche - Registrazione Tribunale di Roma: 234/2015; Registro Operatori della Comunicazione: 29956/2017 - Best Edizioni srls, viale Bruno Buozzi 47, Roma - Partita Iva 14153851002

L’uso quotidiano dell’e-cig aumenta fino a 7 volte le possibilità di smettere di fumare

Uno studio internazionale evidenzia le potenzialità della sigaretta elettronica per sostituire il tabacco combusto.

I fumatori che usano quotidianamente la sigaretta elettronica hanno maggiori probabilità di tentare di smettere di fumare e di riuscirci. A dirlo è uno studio di coorte pubblicato dalla rivista Addictive Behaviors e condotto da un team di diciannove ricercatori provenienti da università canadesi, statunitensi, australiane e britanniche. A coordinare il lavoro, intitolato “Differences in cigarette smoking quit attempts and cessation between adults who did and did not take up nicotine vaping: Findings from the ITC Four Country Smoking and Vaping Surveys”, Shannon Gravely della Facoltà di psicologia dell’Università di Waterloo in Canada.
Lo scopo era capire se l’uso dei prodotti per la vaporizzazione della nicotina può aiutare i fumatori ad abbandonare le sigarette. I ricercatori si sono dunque concentrati sulle differenze nei tentativi di smettere di fumare e le cessazioni in periodi di 18 o 24 mesi riportati da chi aveva utilizzato la sigaretta elettronica e chi no. È stata poi fatta una ulteriore differenza fra chi svapava quotidianamente e chi saltuariamente (almeno una volta al mese). I dati utilizzati riguardano 3516 partecipanti all’Itc Four Country Smoking and Vaping Survey (un’indagine condotta in Australia, Canada, Inghilterra e Stati Uniti), reclutati nel 2016 o nel 2018 e con follow-up a 12 mesi e/o a 24 mesi.
I risultati indicano che, rispetto a chi non aveva iniziato a svapare, l’uso quotidiano della sigaretta elettronica era associato a maggior tentativi di smettere di fumare e a maggiori cessazioni. Fra i fumatori che avevano tentato di smettere, il vaping quotidiano era associato a una maggiore probabilità di essere astinenti dal fumo al follow-up. Non vi erano, invece, sigificative differenze in questo senso fra i partecipanti che non svapavano quotidianamente e quelli che non utilizzavano l’e-cigarette.
La differenza fra i due gruppi è sostanziale. “I partecipanti che avevano iniziato a svapare e che hanno continuato a farlo quotidianamente – scrivono infatti gli autori – al follow-up avevano quasi sette volte più probabilità di aver smesso di fumare, rispetto a coloro che non avevano iniziato a svapare”. Risultati, che si legge nella ricerca, sono coerenti con precedenti lavori che dimostrano come sia più probabile che si raggiunga la sostituzione completa della sigaretta quando i fumatori quotidiani usano l’e-cigarette quotidianamente.

Articoli correlati