CONDIVIDI

di Stefano Caliciuri

Dalle parole della campagna elettorale alle parole scritte nel contratto di governo. Sono sempre parole ma questa volta è un passo avanti decisivo che potrebbe ridisegnare scenari rosei – e forse insperati – per il settore della sigaretta elettronica italiano. Matteo Salvini annuncia di aver fatto inserire all’interno del contratto di governo con il Movimento Cinque Stelle, l’abolizione di quella che lui stesso definisce “la folle tassa sulle sigarette elettroniche“.
Lo abbiamo contatto telefonicamente nel tardo pomeriggio di oggi. “Ho fatto mettere nel contratto di governo – ha dichiarato Salvini a Sigmagazine – l’abolizione della folle tassa che penalizza produttori e consumatori”. Ma ha anche aggiunto una frase che, alla vigilia del Vapitaly, dimostra il reale interesse del leader della Lega a salvaguardare e tutelare la filiera del vaping. “Spero di farcela ad abbracciarvi nel week end e a portare a casa il prima possibile il risultato“.