CONDIVIDI

di Stefano Caliciuri

Sequestrati 300 litri di liquido di ricarica per sigarette elettroniche. E’ successo nella città di Sfax, in Tunisia, e lo ha reso noto il sito di informazione Kapitalis, tra i più autorevoli del Paese nordafricano.
Secondo quanto riportato, i liquidi sono stati rinvenuti all’interno di un laboratorio di analisi nel corso di un controllo da parte degli agenti della polizia delle Dogane. Il titolare del laboratorio non ha saputo spiegare la provenienza dei liquidi ed è in stato di detenzione con l’accusa di contrabbando. I liquidi sequestrati erano etichettati J-Vape, un noto negozio che ha sede proprio nella città di Sfax. La polizia ha aperto un’inchiesta per verificare eventuali responsabilità dirette dei titolari del negozio.