Testata giornalistica destinata agli operatori del settore delle sigarette elettroniche - Registrazione Tribunale di Roma: 234/2015; Registro Operatori della Comunicazione: 29956/2017 - Best Edizioni srls, viale Bruno Buozzi 47, Roma - Partita Iva 14153851002
Categoria Salute centrale DEA – 728 x 90

Abitudini dei fumatori, ancora troppi pregiudizi sulla sigaretta elettronica

Presentati i risultati di una indagine condotta da Euromedia Research tra fumatori e vaper

La maggioranza dei fumatori si dice ancora insoddisfatta della sigaretta elettronica. E per questo non riesce ad abbandonare la sigaretta tradizionale; al limite utilizza entrambi i sistemi.
È quanto emerge da una ricerca condotta dalla Euromedia Research di Alessandra Ghisleri, presentata ieri durante la conferenza stampa del lancio di Juul. Il campione composto da 4mila tra fumatori e vaper italiani over 25 tendeva a far emergere le percezioni e le abitudini legate al consumo di tabacco o liquidi per sigarette elettroniche.
Ma, se da un lato i fumatori non sono soddisfatti dal gusto dell’ecig, nello stesso tempo sono consapevoli che la sigaretta elettronica “limita i danni alla salute” (14,1%); non “è come fumare, è una cosa diversa” (13,5%); è “un’alternativa valida” (10%); un modo di fumare “pulito” (9,4%); un “passaggio utile per smettere di fumare” (6,8). Insomma, i fumatori sono consapevoli che la sigaretta elettronica funziona e riduce il danno ma non riescono ad abituarsi alla diffenza tra il fumo e il vapore. E sono convinti che col passare del tempo i proodotti del vaping “saranno destinati a diffondersi sempre di più (39,4%). Soltanto quando ci sarà in commercio un prodotto che consente di assumere nicotina “in maniera pulita, semplice e che dia la stessa soddisfazione della sigaretta tradizionale”, il 61,8% del campione si dice disposto a provare la sigaretta elettronica.
Il 75,6% del campione intervistato fuma solo sigarette tradizionali, il 6,2% utilizza in via esclusiva l’elettronica, mentre il 18,2% ha detto di utilizzarle entrambe. Tra i fumatori di sigarette tradizionali, il 43,2% ha dichiarato che le sigarette elettroniche non danno pari soddisfazione; il 22,4% non ha apprezzato il gusto del liquido; il 5,3% non ha notato un risparmio economico. In totale, si sono dichiarati insoddisfatti della scelta quasi due intervistati su tre (65,6%). Addirittura il 73,8% dichiara che fuma per piacere o per abitudine; solo il 23,4% dice che non gli piace ma non riesce a smettere.
I fumatori non hanno mai provato una sigaretta elettronica perché “non interessati” (60,9%) oppure perché “poco o male informati” (34,2%). Nel caso in cui ci fosse una informazione corretta sui pregi e sulla riduzione del danno da fumo, sarebbero invece il 61,8% i fumatori disposti a considerare l’alternativa elettronica. Eppure, ben il 95,3% del campione ha la “quasi assoluta consapevolezza dei danni causati dal fumo”. Eppure l’ostinazione e i pregiudizi continuano ad avere il sopravvento. Interessante anche il dato sui progetti per il futuro: il 34,8% dichiara che nei prossimi sei mesi vorrebbe fumare di mano; il 34,3 invece non vuole né smettere, né diminuire il consumo. Soltanto il 7% ha il desiderio di passare a prodotti che riducono il rischio. Il 77,6% degli italiani sa che lo Stato mette in pratica politiche antifumo, ma solo il 46,7% di essi le ritiene efficaci.
Secondo l’indagine, gli intervistati in una settimana spendono mediamente per i prodotti da fumo (sigarette, tabacco, liquidi, ricariche, ecc.) meno di 30 euro (61%); tra 30 e 50 euro (30%); solo 6,7% spende di più. Il 63,3% del campione dice che preferisce fumare o svapare all’aperto; il 23,8% a casa, il 5,4% in auto; il 2,3% in ufficio o nei luoghi predisposti. In conclusione, è sorprendente notare che tra gli utilizzatori di sigarette elettroniche (975 casi) il livello di soddisfazione medio è di 6,9 su 10. Come dire: i più critici sono coloro che utilizzano e conoscono la sigaretta elettronica, ma nonostante questo ne hanno colto le potenzialità di riduzione del danno da fumo e non intendono tornare al tabacco.

Articoli correlati