Testata giornalistica destinata agli operatori del settore delle sigarette elettroniche - Registrazione Tribunale di Roma: 234/2015; Registro Operatori della Comunicazione: 29956/2017 - Best Edizioni srls, viale Bruno Buozzi 47, Roma - Partita Iva 14153851002
Categoria Salute centrale DEA – 728 x 90

Nuovo studio dimostra che il vapore della sigaretta elettronica non inquina l’aria

Ricerca condotta dallo staff del Consiglio nazionale delle ricerche spagnolo.

Nuova ricerca conferma che i vapori della sigaretta elettronica non sono inquinanti nell’aria. Le sostanze rilasciate sono trascurabili e certamente non tossiche come quelle conseguenti al fumo di sigaretta. I ricercatori del Consiglio nazionale delle ricerche spagnolo (Csic) hanno condotto lo studio in una stanza chiusa e senza ventilazione diretta verso l’esterno. Hanno quindi monitorato cinque non fumatori che sono rimasti all’interno della stanza per 12 ore. In una seconda fase dell’esperimento, ai cinque non fumatori si sono unite altre cinque persone che hanno utilizzato la sigaretta elettronica per dodici ore. In entrambi i casi, i contaminanti presenti nell’aria della stanza e l’aria espirata sono stati misurati prendendo a campione i non fumatori. I dati ottenuti hanno dimostrato che l’attività di svapo non ha aumentato la presenza di sostanze inquinanti nell’aria e che nei casi in cui sono stati osservati aumenti le concentrazioni erano basse” ha commentato Joan Grimalt, scienziato del Csic presso l’Istituto di diagnosi ambientale e Studi sull’acqua.
Analisi e studi legati alla qualità dell’aria in presenza di vapori di sigarette elettroniche servono per determinarne la minore tossicità rispetto al fumo, anche in previsione di una normativa che possa finalmente rendere giustizia alla riduzione del danno e differenziare così il fumo dal vapore.

Articoli correlati