CONDIVIDI

di Barbara Mennitti

Diventare il punto di riferimento in Europa del settore del vaping, creare un network di competenze ed eventi, costruire una comunicazione condivisa per entrare con successo nel mercato asiatico”. Questi gli obiettivi della neonata rete Event (European vaping exhibition network) che riunisce tre protagonisti del settore fieristico europeo legato al vaping. Si tratta di Ira Simeonidis, organizzatore di The Hall of Vape di Stoccarda, Patrick Bedué patron di Vapexpo di Parigi, Nantes e Madrid, e Mosè Giacomello, presidente di Vapitaly che si tiene ogni anno a Verona e a Roma. In sostanza la nuova realtà si propone di “soddisfare le esigenze delle aziende che, pur facendo già dell’export una voce importante del loro business, hanno la necessità di ottimizzare la partecipazione a expo nazionali e internazionali, sia in termini di immagine e comunicazione che di costi”. Dunque attività di formazione, consulenza che accompagneranno le aziende in occasione delle principali fiere europee, assistendole nella promozione dei loro prodotti.
Come primo passo Event intende tracciare una fotografia del settore del vaping a livello europeo, sistematizzando numeri, stili di consumo, trend e prospettive. “Il settore del vaping europeo ha bisogno di essere finalmente mappato in modo organico. – commenta Mosè Giacomello – Mettere in rete informazioni e dati importanti sui consumi e sull’evoluzione del mercato significa dare un’identità al comparto, strategici per le aziende”.
Simeonidis vede la nuova creatura anche come “uno strumento molto importante per assistere le associazioni di vaping in Europa”, mentre Bedué pone ancora l’accento sul business, spiegando che e aziende che parteciperanno a potranno incrementare il loro business mantenendo i contatti con vapers e operatori durante tutto l’anno. “Credo che questo sia un’ottima strada per il business”, conclude il patron di Vapexpo.