CONDIVIDI

di Stefano Caliciuri

Ne avevamo parlato qualche giorno fa: Temptation Island, trasmissione di Canale 5, è infarcita di pubblicità occulta di Iqos, il riscaldatore di tabacco marchiato Philip Morris. Non ce ne siamo accorti solo noi, però, ma anche l’Unione nazionale dei consumatori presieduta da Massimo Dona che ha avviato una procedura di segnalazione all’Antitrust e all’Istituto di autodisciplina pubblicitaria. Sotto accusa, l’utilizzo fuorviante del dispositivo elettronico che viene estratto dai partecipanti proprio nei momenti di maggior enfasi. “In questo caso – commenta Dona – non solo si pubblicizza un prodotto del tabacco ma si fa anche in modo poco trasparente, rendendo la pubblicità occulta. Da qui i nostri esposti”. La pubblicità, infatti, deve essere sempre chiaramente riconoscibile. “Ma il fatto grave è che utilizzando personaggi televisivi per promuovere la Iqos, si cerca di far passare il messaggio di un prodotto fashion, moderno, rendendo ancor più insidioso  questo product placement. Ecco perché – conclude Dona – ci appelliamo a Mediaset perché intervenga immediatamente, senza aspettare il pronunciamento delle Authority”.
L’associazione di consumatori era già intervenuta nei giorni scorsi contro la pubblicità Iqos presente in aeroporti e stazioni, chiedendo l’intervento dell’Antitrust e dell’Agenzia delle Dogane e Monopoli (ex AAMS).