CONDIVIDI

di Stefano Caliciuri

Fino a un milione e mezzo di anni di vita salvati entro il 2050. E’ questa la proiezione sino  degli effetti della sigaretta elettronica sulla salute pubblica statunitense. A renderla è stato il professor Kenneth Warner, docente presso la prestigiosa università di Yale, in occasione dell’annuale meeting di Society for Research on Nicotine & Tobacco (Snrt) in fase di svolgimento presso l’ente fieristico di Firenze. Lo scenario più cauto prevede che la sigaretta elettronica potrà salvare fino ad un milione 200 mila anni di vita, nel migliore dei casi, ovvero con un tasso di crescita dell’utilizzo dell’ecig del 5 per cento annuo, la cifra potrebbe salire sino ad oltre un milione 300 mila.

NON CI SONO COMMENTI

RISPONDI