CONDIVIDI

di Stefano Caliciuri

Su proposta del Ministro dell’economia e delle finanze Pier Carlo Padoan, il Consiglio dei ministri ha avviato la procedura per il conferimento dell’incarico di direttore dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli a Giovanni Kessler. Magistrato, classe 1956, Kessler si è occupato in particolare di lotta alla corruzione, alla criminalità organizzata e transnazionale, con particolare attenzione all’Europa centro-orientale. È stato pubblico ministero dal 1985 al 2001, deputato dal 2001 al 2006, Alto Commissario per la lotta alla contraffazione dal 2006 al 2008 e presidente del Consiglio della Provincia autonoma di Trento dal 2008 al 2011. Dal 2011 dirige L’Olaf, l’ufficio europeo per la lotta antifrode. Giovanni Kessler è figlio di Bruno Kessler, politico della Democrazia Cristiana già presidente della provincia autonoma di Trento. È sposato con Daria de Pretis, giudice della Corte Costituzionale.
Sotto la direzione di Kessler l’Olaf ha intrapreso un processo di riorganizzazione che in pochi anni ha portato l’Ufficio a raddoppiare la sua capacità investigativa. Diverse investigazioni dell’Olaf hanno portato alla luce scandali nelle istituzioni e attività criminali negli Stati Membri. Sulla pagina personale di Wikipedia è riportata con evidenza l’indagine  su accuse di tentata corruzione per modifiche nella legislazione sul tabacco portò nell’ottobre 2012 alle dimissioni del Commissario per la salute John Dalli. “La vicenda senza precedenti – si legge – fece notevole scalpore; il presidente del gruppo del Partito Popolare Europeo al Parlamento Europeo Joseph Daul chiese, senza effetto, le dimissioni di Kessler. Altre indagini di rilievo concluse da Kessler sono state quelle sul possibile coinvolgimento di funzionari europei nei Panama Papers, sulle frodi e corruzione negli appalti della metropolitana di Budapest, sulla gigantesca frode doganale sull’importazione di tessili cinesi in Europa e sulle spese illecite di Parlamentari europei”.
Kessler prenderà il posto di Giuseppe Peleggi che era alla guida dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli dal 2008.

NON CI SONO COMMENTI

RISPONDI