CONDIVIDI

di Stefano Caliciuri

Il decreto milleproroghe ha sospeso il versamento all’erario dell’imposta di consumo sui liquidi di ricarica per sigarette elettroniche pronti all’uso. Come più volte ripetuto, si tratta di un provvedimento destinato esclusivamente ai depositi fiscali e ai rappresentanti fiscali che possono così versare in una unica soluzione la somma totale delle imposte derivanti dalle vendite avvenute tra il 21 settembre e il 18 dicembre.
Da più parti è stato sollevato un dubbio: con la sospensione del versamento, son sospese anche le dichiarazioni quindicinali – le cosiddette quindicine – sui prodotti usciti dai depositi fiscali? Interpellata da Sigmagazine, la risposta è fornita direttamente dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli: “La cosiddetta quindicina deve essere regolarmente presentata secondo la scadenza corrente; il versamento dell’imposta è sospesa fino al 18 dicembre prossimo“. In sostanza, le aziende devono continuare a dare comunicazione del venduto ma le imposte corrispondenti devono essere versate in una unica soluzione nella prima quindicina successiva il 18 dicembre.